Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2011

Oggi non è stata una buona giornata. Fare le analisi a digiuno sta diventando sempre più difficile, basti sapere che mi sono resa conto solo un quarto d’ora dopo colazione (quindi dopo il prelievo, quindi dopo un’ora che ero uscita di casa) che non mi ero truccata. Già tanto che mi ero vestita senza dimenticare nessun indumento! Insomma anche dopo non ero proprio al massimo, forse bassa pressione forse lo shock per il rientro di tutti i colleghi, vai a sapere. Ero uno straccio paranoico, perchè in tutto ciò la mia paranoia da lontananza di ecografia sta raggiungendo il suo picco. Dovrebbero fare il gruppo di auto-aiuto “ciao sono Clara Vu e sono diciannove giorni che non faccio un’ecografia!” Perchè il cervello è stronzo e come l’acqua di un fiume individua la crepa piano piano inizia a spingere fino a che la crepa non diventa un crepaccio. E adesso ammetterò il crepaccio della mia mente, magari così lo posso esorcizzare. Il fatto è che i racconti di tantissime ecografie nei tempi in cui l’ho fatta io parlavano di bimbini che si muovevano come pazzi e invece lui, il pigro, è stato sostanzialmente fermo, salvo tirare qualche calcio alla sonda quando lo disturbava. Alla mia collega alla quale è morto un figlio piccolo di una brutta malattia genetica ricordo che chiedevo sempre “ma lo senti muovere? si muove?” e lui nella pancia stava quasi sempre fermo. La mia mente è inquinata da tutte le brutte cose che ho letto o saputo, e a niente serve che io sappia che la maggiorparte delle gravidanza a questo punto è semplicemente normale e ne uscirà una persona normale.
Perchè io lo so che quando sarà ora della morfologica io pancia permettendo mi arrampicherò sui muri come spiderman dalla paura. E il cuore? e i reni? e il ponte tra gli emisferi cerebrali? E l’intestino? E la vescica? Non ho paura della fibrosi cistica perchè ho fatto lo screening (ma solo delle mutazioni più comuni, bada bene! Il cervello stronzo si può appigliare anche qui).
La verità è che non la minima fiducia sulla mia capacità di creare qualcosa di buono, non ci credo, e ieri mi veniva da piangere vedendo mia madre così felice. Perchè il mio cervello è bacato, non ci sono altre spiegazioni, e la carenza di autostima mi accompagna fin da piccola.
E poi chi l’ha detto che il secondo trimestre è meglio? Io il primo sono stata da dio, mentre ora ho sostanzialmente smesso di dormire bene, mangio come un bufalo, ho conosciuto l’amica stitichezza, ho spesso dolorini sparsi… insomma non sto bene.
Mi è anche tornato il prurito e stanotte tra dolori, prurito e sogni strani non passava più. Ho sognato che dovevo uscire per andare a lavorare e cercavo qualcosa da mettermi, ma tutte le volte che trovavo qualcosa mi dicevo “ma non era questo che cercavo, era un’altra cosa!” e di nuovo, di nuovo di nuovo; buttavo tutto all’aria e il tempo passava ed ero in ritardo e non trovavo niente. Un po’ come il bianconiglio.
Aiuto!

Annunci

Read Full Post »

Vita bestiale

Io nutro un amore spassionato per le mie animalesse, le due sorelle nere e bianche che da piccole sembravano un po’ pinguini e la cana nella stessa misura ingombrante e affettuosa. Le micie non hanno mai accettato la cana; la piccola (anche se sono gemelle) è incuriosita ma spaventata, la grande nutre un disprezzo così radicato e profondo che è quasi umano. La annusa appena e poi si gira – con una smorfia, ma soprattutto quando è nei paraggi spalanca gli occhioni gialli e si acciglia, diventando uguale uguale uguale ad Anacleto!!

Read Full Post »

Roma è ostaggio della bolla africana, e quel che è peggio si sta ripopolando. La gente torna, abbronzata e rincoglionita si riversa negli ipermercati dove reagisce malissimo allo stress del ritorno, litigando, infilandosi nelle casse sbagliate e girando a vuoto come trottole impazzite. Fare la spesa è stato un incubo, anche forte del fatto che chi rimane in città si considerà un po’ padrone e diciamolo, mi sento spodestata.
Rivoglio le strade libere, la città piena solo di turisti e il parcheggio libero ovunque a tutte le ore.
La pancia evidentemente cresce, anche se ad averla sempre addosso non me ne rendo tanto conto, oggi tre persone mi hanno chiesto e mi hanno fatto gli auguri. Un po’ mi imbarazza a dire la verità. In lab invece i colleghi continuano a fare finta di niente, chissà perchè. Forse perchè siamo tutti abituati ai segreti di pulcinella, chissà.
Le notti stanno diventando piuttosto agitare, non so se per il caldo, per la sinusite o per la gravidanza. Ho sonno ridicolmente presto, poi però mi sveglio spesso, faccio sogni agitati. Niente di particolarmente angosciante, ma agitati, quindi ho l’impressione di non riposarmi mai a dovere. Una cosa strana è che nessuno di questi sogni tratta della gravidanza, come se il mio subconscio non abbia ancora accettato questo stato. Oggi mi sono anche domandata quando mai mi sentirò pronta di dirlo su facebook, e sinceramente non lo so, ne riparliamo dopo la morfologica.
E questo è un altro punto dolente, la morfologica! Sarà fra un mese e mezzo e io sono in seria crisi di astinenza da ecografia. Come faccio a resistere, io che nel primo trimestre ne ho fatte così tante che ho perso il conto? Poi però penso che mia madre mi ha visto per la prima volta quando sono nata e allora mi dico che sono solo viziata.
Boh, non so se resisto.

Read Full Post »

Ho problemi con la forza di gravità, sto prendendo peso come se fossi in un o di quei film catastrofici dove il nucleo della terra gira all’impazzata. Aiuto.
Ho fatto colazione alle 7, merenda alle 11, alle 2 e mezza quando sono andata a mangiare morivo di fame e a mensa non ho lasciato neanche una briciola. Alle 5 ho mangiato uno yogurt, alle 6 e mezza in previsione di una cena fuori ho mangiato una merendina, così resisto fino alle 9 e mezza. Peccato che adesso è passata un’altra ora e sto mentalmente ripasssando il contenuto del frigo.
Non è un feto, è una tenia.

Read Full Post »

Mister C

Mister C è turco ed è il nostro kebabbaro di fiducia. Crysis lo conosceva da più tempo di me, io l’ho conosciuto il giorno che abbiamo fatto sterilizzare la cana. Una luminosissima giornata di fine gennaio di qualche anno fa e io ero terrorizzata. Per passare un po’ il tempo siamo stati in giro. Anche se amo la cucina mediorientale non amavo il kebab in particolare perchè non digerisco la salsa di sesamo. Quel giorno nacque in me una nuova consapevolezza kebabbara, quella del kebab turco, dove non c’è solo insalata, pomodori e quella cacchio di salsa di sesamo, ma tutta una miriade di ingredienti fantastici. Ma non è questo il nocciolo della questione. Mister C ama intrattenersi con gli avventori e parlare del più e del meno, talvolta andando sul filosofico spinto. Crysis lo segue bene, io ogni tanto mi perdo, un po’ perchè il suo italiano è ancora stentato e un po’ perchè sono troppo terra terra per le questioni filosofiche. Insomma qualche mese fa, durante la stimolazione o poco prima, Mister C disse una frase sibillina in mezzo a tutto un ragionamento su dio e sulla giustizia; disse “e spero di vedervi in tre l’anno prossimo!” Io l’ho preso, oltre che come un augurio, anche come una specie di oracolo. Questa sera siamo andati di nuovo da lui, ha visto la pancia e ha detto “che bello, di già!” E quando gli abbiamo detto che sarà acquario o pesci, ma speriamo acquario, ci ha risposto “sarà pesci!”. E vediamo se dobbiamo andare a chiedergli i numeri del superenalotto.

Read Full Post »

Oggi sono di elenchi, sarà che si avvicina l’inizio dell’anno (dai, l’anno vero inizia a settembre!) ma sono sempre stata allergica ai buoni propositi, visto che non sono mai riuscita a portarne avanti neanche uno. Oggi un’amica mi ha rivisto dopo 10 giorni ed è rimasta a bocca aperta vedendo la panciotta. E’ cresciuta, e la vedo cambiare di giorno in giorno. La guardo in continuazione, ogni mattina quando mi alzo e vado in bagno sollevo la camicia da notte e la guardo. Non mi abituo, non mi sembra ancora che sia una cosa che riguarda proprio me, continuo a guardare le altre come la mia fosse una cosa non mia, difficile da spiegare. Compagne fivettare, ma capita anche a voi di non riuscire a voltare pagina? Oggi in un film la protagonista faceva un test di gravidanza e a me sono girati i coglioni. Non è normale.
Comunque, dicevo, oggi sono di elenchi e ho messo due pagine con le cose che vorrei fare prima o poi (o che avrei voluto fare) e con le cose buffe che mi sono state dette o che ho letto sui forum riguardo la gravidanza. Beh, la prima ovviamente è più per me, l’ho sempre voluta scrivere e oggi finalmente mi sono decisa; mentre la seconda è aperta a tutte le str… ehm, a tutti i sconsigli non chiesti e a tutte le credenze personali e popolari che vi sono capitate. Aiutatemi a farla crescere!

Read Full Post »

Oggi seconda visita ostetrica. io piccola pancia di 14 settimane, ormai inconfondibile ma appena accennata (il minimo indispensabile per farti dire che siamo in due, ecco) in mezzo a tre balene di quelle che poi non ci credi che la pancia torna normale, ma questo problema lo affronteremo a suo tempo. Entro e la visita non è quella scenetta surreale dell’altra volta: una dottoressa forse già specialista e due specializzande. Guardano gli esami che porto, si annotano il bitest e che non farò l’amniocentesi. Poi passano agli esami del sangue. Glicemia basale, modestamente 87. Al valore dell’emoglobina fanno quasi la ola, 13.7. “ma signora, prende degli integratori per il ferro?” “A bbella, è tutta farina del mio sacco!” Si segnano la positività del rubeotest, che da bambina dopo aver avuto la rosolia mi hanno anche vaccinato e io che già allora odiavo gli aghi sono svenuta a scuola con la maestra che ha sbiancato, ma dopo 25 anni posso dire di aver perdonato loro questo vaccino. Si segnano la positività al CMV. Ora, io il citomegalovirus non lo so cos’è di preciso ma pensavo che le IgG positive mi dessero almeno una tranquillità. “signora, le hanno spiegato del CMV?” “sono positiva!” (detto con un sorriso a 32 denti… quando uno si può vantare di aver avuto una malattia). “signora, il CMV è un virus come l’herpes, può tornare, quindi deve evitare il contagio. Ecco, sento che arriva la paranoia.
“deve evitare i veicoli, cioè la saliva. Non beva da bicchieri e tazzine tipo al bar e non baci i bambini che sono spesso vettore dell’infezione”
Ma porc! Cioè secondo voi io adesso dovrei veramente mettermi nella famigerata campana di vetro?? La paranoia ha provato a cogliermi. Ma sinceramente, proprio sinceramente… Che dovrei fare, Evitare di mangiare al ristorante o andare al bar per sei mesi? Voi che mi leggete che che siete state seguite da ginecologi un po’ around the world, vi hanno detto questa cosa?
Poi ovviamente le ho chiesto del prosciutto stagionato tanto tanto ma mi ha detto picche, la talebana.
Sono perplessa.
Ma la vera domanda è: sono passati 9 giorni dall’ultima ecografia, quella del bitest, riuscirò ad aspettare un mese e mezzo per rivedere palletta alla morfologica?

Read Full Post »

Older Posts »