Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2011

In quei giorni

oggi è uno di quei giorni in cui il grigio è nero e il bianco è grigio. Sarà che è novembre, sarà che piove, sarà che ho la testa attufata di cose, ma oggi proprio non va. Oggi è uno di quei giorni in cui penso che se non fossi mai nata per il mondo sarebbe stato meglio. E’ uno di quei giorni in cui mi sembra di non aver portato che guai nella vita di chi amo e di chi disgraziatamente si trova a condividere, volendo o per dovere, una parte di vita con me. Oggi è uno di quei giorni in cui penso che forse se non rimanevo incinta un motivo ci doveva essere. Non riuscivo a fare tutto allora, figurarsi adesso. Adesso che questa gravidanza non riesce a camminare in modo fisiologico. Adesso che se lavoro un po’ troppo mi ritrovo a dover passare tutto il weekend o quasi a letto. E non posso andare a vedere la partita del pupetto e lui poi mi chiede se vado a vedere gli allenamenti e NON POSSO perchè devo lavorare. Perchè il 30 novembre c’è una scadenza importante, perchè a gennaio non credo di lavorare.
Perchè comunque spero che al prossimo controllo spero che la gine mi dica che è tutto ok, se no si ferma tutto subito. Ho 50 giorni per formare la mia sostituta, 50 giorni che poi sono  43 perchè c’è Natale. Se va tutto bene.
E in tutto ciò per stare appresso a me Crysis ha trascurato il suo lavoro e quindi adesso è preoccupato. E la coppia si è snaturata perchè non possiamo più fare quello che facevamo e ho paura. Non posso programmare niente, se voglio lavorare il resto del tempo non posso fare altro che non sia stare sdraiata.
Dov’è l’equilibrio? ho tolto troppo a tutti. Anche al cane.

Annunci

Read Full Post »

No news, good news

L’energia inizia a scarseggiare e la sera non riesco ad avere l’attenzione neanche per scrivere un sms, figurarsi un post. Però un paio di cose volevo fissarle.
(ecco, una l’ho già dimenticata)
Crysis ha deciso di togliermi l’amuchina. Una cosa che sicuramente rimarrà di questa gravidanza è la quantità di cose che ho rovinato con l’amuchina, ultima una maglietta che arrivata da LA.
Come quando non riuscivo a rimanere incinta, anche adesso le donne incinta mi spuntano attorno come funghi. Che poi mi dico: “meno male che lo sono anche io”, anche se un leggero disagio comunque rimane. E’ una cicatrice.
La pancia comincia ad essere ingombrante, abbiamo inaugurato la stagione di Crisys-badante. Prima mi ha tagliato le unghie dei piedi, poi mi ha trovato in bagno alle prese con il silk-epil e ha avuto pietà. Penso che potrei anche andare dall’estetista.
Devo fare la curva da carico e sto andando in paranoia. La coscienza sporca, non voglio mettermi a dieta!

 

Read Full Post »

« Newer Posts