Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘delusione’

Varie ed eventuali

Oggi pranzone di famiglia, quella acquisita. Io già sono molto poco fisionomista di mio che anche i parenti di sangue fatico a riconoscerli, figurarsi gli altri. Non vi dico le figure di merda cercando di salutare persone appartenenti ad altre comitive.
Ho brevemente parlato con la suocera della strada che stiamo intraprendendo e lei ha snocciolato le solite perle di saggezza. “vedrai che quando meno te lo aspetti ti ritrovi incinta”. Ho abbozzato (che potevo fare? del resto mi ha detto una cosa del genere anche un’amica molto più giovane e colta), ho risposto che con questo mese spero di lasciarmi il problema alle spalle e con una scusa sono uscita a prendere una boccata d’aria fresca fredda (dov’è andata la primavera?) e ho twitterato con foga. Valle a spiegare che anche alle persone a alle quali è diagnosticata la sterilità può capitare di avere un figlio. Ne conosco diverse, ma è come non cercare lavoro sperando di vincere al Win for Life.

C’è una cosa che mi fa male in questi giorni. Ci sono diverse persone a cui ho detto che stiamo facendo la FIVET, perchè per la prima volta nella vita vorrei sentire un po’ di affetto intorno, per la prima volta ne ho un bisogno violento. E invece sono evidentemente tutti imbarazzati o comunque disinteressati. Non c’è stato nessuno che mi abbia chiesto come sto, neanche mia madre. Che direte ormai dovrei essermi abituata, e invece non mi ci abituo. Io magari la butto là, parlo delle punture, dico che sono isterica per la soppressione, ma nessuno mi si è avvicinato. Fa male, e evidentemente avevo ragione prima, quando mi tenevo tutto dentro. Dove sono gli amici?

Io di mio sono stanca, questa cosa sta stremando me e Crysis allo stesso livello.
Ora i dettagli sulla terapia: sono al quinto giorno di soppressione con fertipeptil 0,1 (iniziato il secondo giorno del ciclo) e al terzo giorno di puregon 100. Al settimo giorno di terapia avrò il primo monitoraggio e vedremo come va. Effetti collaterali? a parte l’umore premestruale che però potrebbe anche essere causato dallo stress non avverto gran chè (niente mal di testa, niente gonfiore, niente diarrea, forse un po’ di arsura, ma potrebbe anche essere colpa delle pappardelle al cinghiale). Non ho molto appetito (ma anche questo potrebbe essere causato dallo stress). Oggi, dopo la terza pera di puregon sento qualche “puncicata” in zona ovaie, ma poca roba. Diciamo invece che la pancia è un colabrodo e le iniezioni iniziano a fare un po’ male perchè vanno inevitabilmente a toccare zone già bucate.
Un’amica che ci è passata ha detto “quando l’avrai fatta ti volterai indietro e ti dirai “ma come, tutto qua?”. Ecco, io penso di no, è una gran fatica. E vorrei fare mille scongiuri e portare con me mille portafortuna perchè desidero con tutta me stessa che vada bene. Perchè vorrei che noi tutte che stiamo percorrendo questa strada fra qualche mese ci ritrovassimo a parlare di nausee e voglie.
E stasera penso tanto tanto alla Clara Fivettara I (io sono quindi Clara Motociclettara Fivettara II) perchè domani è un giorno importante.

Annunci

Read Full Post »

Bye bye

– Mamma abbiamo parlato con il gine e abbiamo deciso che a maggio facciamo la FIVET. Dal primo giorno del ciclo prenderò dei farmaci e quando sarà ora mi preleveranno gli ovociti, li feconderanno in vitro e dopo un paio di giorni mi rimetteranno gli embrioncini nella pancia.
– tutto questo succederà quando io per caso sarò in vacanza?
– no, sarai a casa.
– meno male. se hai bisogno di qualcosa me lo dici?
– si, grazie.
– dai, allora speriamo che fai due gemelli! vorresti?
– se fosse stato per me, da quando abbiamo iniziato a provare ne avrei fatti già tre.
– ah.
– …
– [mostrando un pacchetto] hai visto, abbiamo fatto un regalo per la nipotina del collega X, è nata 15 giorni fa, vuoi vedere la foto?
– …
– [dopo 10 minuti di smanettamento sul computer] mannaggia non la trovo.
– va bene lo stesso, adesso è tardi però, andiamo.

Considerato che tutte le volte che ne abbiamo parlato, cara mamma, mi hai fatto incazzare oltre ogni misura, mi dispiace ma di te il giorno del pickup non ne avrò proprio bisogno, perchè sicuramente sapresti dire la cosa meno opportuna anche allora. E io devo pensare prima di tutto alla mia salute mentale che ora come ora potrei descrivere con questa immagine:

mi dispiace, è un grosso dolore, ma di possibilità te ne ho date ormai più d’una e mai -MAI- hai detto qualcosa che potesse farmi stare, non dico meglio, ma almeno non peggio. Non mi accompagnerai in questo viaggio anche se ne avrei avuto un bisogno infinito perchè non sei perfetta e io non voglio neanche gridartelo in faccia, che tanto non cambierebbe niente. Questa mia condizione evidentemente ti imbarazza e non sai come affrontarla. Certo non è il modo migliore per sentirsi un po’ meno soli. Ciao.

Read Full Post »